• 6
  • 5
  • 4

Quadri intarsiati

Realizzo su commissione quadri intarsiati o intarsi su mobili. Come potete vedere dalla galleria fotografica, gli intarsi possono anche essere inseriti su mobili, tavoli, cofanetti, cornici, ecc.. I soggetti possono essere i più vari: paesaggi, stemmi araldici, calligrafie, loghi aziendali e altro.

I miei intarsi sono realizzati con lastronature dello spessore di 3 mm di legno pregiato nazionale ed esotico tra i più conosciuti ed altri meno usati che mi procuro da giardinieri o in qualche remota segheria di campagna come ad esempio legno di alloro, nespolo, gelso, melograno. Altre lastronature le ricavo da parti di mobili antichi demoliti, il cui legno possiede una tonalità di colore diverso dalle tavole nuove in commercio. Per il taglio di pezzi di grandi dimensioni uso un traforo meccanico mentre per i pezzi più piccoli e di precisione (anche di pochi millimetri) uso l’archetto da traforo. Per realizzare un intarsio procedo incollando un disegno realizzato su carta ad una lastronatura che farà da sfondo; proseguo sostituendo ogni singolo elemento disegnato con tessere di legno di diverse tonalità e venature.

Come per la pittura, anche per i quadri intarsiati, si parte realizzando lo sfondo e si ritaglia ogni singola tessera di legno arrivando così in primo piano. Le ombreggiature (vedi intreccio del cesto) si ottengono immergendo nella sabbia rovente le tessere ritagliate, ottenendo così delle sfumature graduali.

A lavoro ultimato, l’intarsio viene incollato su di un pannello dello spessore di 2 cm e viene levigato più volte con carte abrasive sempre più fini. La lucidatura viene eseguita applicando un fondo alla nitro neutro o gommalacca e lucidato con cera d’api, o solamente con cera d’api. Personalmente preferisco la finitura solo con cera d’api neutra perché non altera i colori e le sfumature delle essenze impiegate e rende la superficie molto morbida al tatto. Unico svantaggio di tale finitura è che deve essere ripetuta ogni 12 -18 mesi in modo che l’intarsio mantenga sempre la sua lucentezza con colori e sfumature originali.

Il costo delle realizzazioni varia ovviamente a seconda delle dimensioni dell’intarsio, della complessità del disegno e della quantità e varietà dei legni utilizzati. Spesso un intarsio di piccole dimensioni ma molto particolareggiato può essere più costoso di uno molto più grande ma con pochi particolari perché la precisione del taglio e il rispetto del disegno richiedono maggior attenzione e perizia.

Contattatemi per avere maggiori informazioni e per vedere direttamente alcuni dei lavori presso il mio laboratorio.

Stampa Email

decorazione2.png